passion-couple

Il sesso nella società odierna

Principalmente sono due gli argomenti che hanno suscitato un particolare interesse nella storia dell’umanità: Il denaro e il sesso. Esistono milioni di persone, se non miliardi, disposte a spostare le montagne o a sacrificarsi da ogni cosa pur di accumulare nella vita un qualcosa che non può di certo gratificarli all’infinito. Da scrittore, ricercatore e uomo che ama motivare la gente sono solito cominciare con una semplice domanda: In quanti, secondo te, riescono a praticare il sesso sacro o di fare l’amore che sia degno di tale nome? Quando ti trovi  a dover vivere un approccio sessuale pensi davvero di non avere alcun limite? Le risposte in merito possono essere veramente numerose e possono cambiare in base al soggetto o l’esperienza personale che è presente in ognuno di noi.

  Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un cambiamento radicale riguardante il sesso e “ dell’uso “ che se ne fa. Si è fatto strada sempre di più quello virtuale scalciando e delle volte sostituendo nella sua interezza quello fisico, reale e tangibile. Con l’avvento dei social network, da Badoo a Facebook, dalle foto inviate tramite whatsapp o le videochiamate attraverso Skype, ci ritroviamo coinvolti in una miriade di contatti virtuali e da li nasce il desiderio di fantasticare, giocare, scambiarsi foto in intimità, fino ad arrivare a praticare il sesso attraverso una semplice webcam. In tali comportamenti non vi è nulla di sbagliato, possono donare la gratificazione istantanea, l’eccitazione e l’orgasmo di un istante ma a lungo andare possono diventare delle vere e proprie illusioni. Il sesso virtuale può allontanarti dalla realtà ed è ben lungi dal rapporto d’amore che si può creare all’interno di una coppia o alla sola avventura di una notte trascorsa in un hotel o magari in riva al mare. Dato che tutto quello che ci permea è energia ( qualcuno ha ancora qualche dubbio in merito? Persino gli scienziati accademici e lontani dalla fisica quantistica cominciano a rivalutare e mettere in discussione le proprie idee obsolete ) il sesso non può che essere uno degli scambi energetici a nostra disposizione, e aggiungo con ottime probabilità di vero: Lo scambio energetico più appagante e meraviglioso che ci sia. Fare l’amore con una persona, praticare il tantra con la nostra interiorità, vivere la sacralità sessuale con consapevolezza, non ha nulla a che fare con il sesso spicciolo, mercenario o virtuale che sia.

  Molti sono bravi nel pronunciarsi sul sesso, ne parlano come un qualcosa da eguagliare all’argomento sport e politica, alcuni addirittura si vantano di essere maestri nel farlo ma nella vita di tutti i giorni la realtà è ben diversa da come la vogliono descrivere.

Oggi, il motto che “ tutti ne parlano ma pochi lo fanno veramente” è più vivo che mai!

  La sessualità sacra, quella vera e che appaga totalmente, è quella fatta di vere emozioni, di odori, di contatto fisico, di uno sguardo, di un abbraccio, di un bacio continuo durante il rapporto. Fare, praticare il vero amore significa donare se stessi, senza portare a letto i propri limiti mentali. Significa mettere nel cassetto tutti i pensieri che danneggiano un rapporto, creati ed accumulati dal nostro ego. Vuol dire accantonare per un momento se è necessario i conflitti interiori.  Praticare il sesso tantrico significa abbandonarsi totalmente al partner, creando una simbiosi e una complicità che è impossibile spiegare a parole. Se l’individuo riesce a raggiungere una tale affinità, una complicità, un intreccio d’energia che tocca l’infinito, non ha la necessità di parlarne, perché ascolta le proprie emozioni e il suo orgasmo sacro-spirituale. La persona in questione vivrà il momento consapevole di unire due essenze divine in due corpi come se fosse una sola entità! Il vero sesso ha bisogno di sguardi reali, dell’approccio fisico e richiede del tempo. Nella nostra meravigliosa fantasia interiore ci sta bene un rapporto sessuale vissuto in soli cinque minuti, magari all’interno di un ascensore o all’aperto in mezzo al prato. Gli esempi possono essere numerosi  e di certo saranno gratificanti ma il vero rapporto fisico avviene quando lo spazio e il tempo sembrano inesistenti. E a proposito di tempo, voglio porre un’altra domanda al lettore? Perché avere fretta nel praticare l’amore? Ogni uomo o donna che sia ha bisogno dei sui tempi. I tempi moderni, lo stress, il lavoro, gli impegni quotidiani, ci portano ad avere rapporti sessuali frettolosi ma la donna in particolare ama i preliminari. Quindi miei cari amici uomini, in vena di darvi soltanto un semplice consiglio, non pensate subito a raggiungere il vostro orgasmo in soli pochi minuti, rimandate se potete, prolungate questo meraviglioso rapporto, toccando il vostro partner, con il petting, con le carezze, con le mani o con tutto quello che la divinità ci ha donato.

Non avere fretta, lasciati andare e assicurati che il tuo partner viva le tue stesse emozioni. Se vi abbandonate al vero amore, potete giocare con la fantasia che non deve mai morire in un rapporto e di certo non avrete la necessità di chiudere gli occhi e pensare ad un’altra persona.

  Infine, vuoi sapere qual è il miglior periodo per praticare l’amore? Quando ami te stesso e la persona che si trova di fronte a te. Vivi il sesso con la massima libertà interiore, esprimiti lasciandoti andare completamente.

Metti in atto la tua fantasia, senza filtri o complessità inutili. Il tabù e la morale limitante è stata creata da alcune religioni e da improbabili uomini di fede, penalizzando il nostro essere.

  Diamo sfogo alla nostra creatività senza reprimere le proprie emozioni. Il vero peccato sarebbe non farlo!

  Il rapporto sessuale è alla base dell’intimità e dell’onestà, elementi essenziali per un amore solido e duraturo. Al contrario, un sesso insoddisfacente avvilisce la coppia, gettando i semi del risentimento, della frustrazione: l’amore va sempre più logorandosi e il rapporto si conclude molto spesso con una separazione. La nostra comune mancanza di conoscenza è talmente grave che ci sembra quasi normale che i giovani continuino a dibattersi nell’ignoranza, cercando di imbrigliare la propria energia sessuale, nostra naturale forza vitale.

  Con il rapporto sessuale si può raggiungere e arricchire la nostra illuminazione. Non vi è nulla di “sporco” se viene vissuto nella sua interezza. La prostituzione ad esempio è la conseguenza della frustrazione presente da secoli nell’essere umano. L’uomo solitamente non vuole assumersi responsabilità, non vuole vivere i veri sentimenti, anche se si trattasse di un’avventura avuta nel weekend, ma preferisce pagare una donna pur di non farsi delle domande a se stesso.

  Una prostituta non vuol sapere “chi sei”, calcola il tempo e il denaro che ci può ricavare.

  La situazione può essere comoda per entrambi ma di certo viene a mancare l’intimità, il calore, la passione, e non per ultimo un bellissimo ricordo da portare con sé.

  Voglio concludere questo articolo, consapevole che l’argomento è molto più vasto, con una bellissima riflessione tratta dal libro Kundalini Tantra di Swami Satyananda Saraswati:

“ L’evento naturale” che avviene tra uomo e donna è considerato come l’esplosione del centro di energia. In ogni aspetto della vita l’unione tra i poli negativo e positivo è responsabile della creazione. Allo stesso tempo, l’unione trai poli positivo e negativo è anche responsabile dell’illuminazione, e l’esperienza che ha luogo al momento dell’unione è uno spiraglio dell’esperienza superiore. Questo tema è stato ampiamente discusso in tutte le antiche scritture del Tantra.  In realtà, ancora più importante delle onde di energia che vengono generate nel corso dell’unione a due, è il procedimento del dirigere quell’energia ai centri superiori. Tutti sanno come questa energia viene generata, ma nessuno sa come dirigerla ai centri superiori. Infatti pochissime persone hanno una comprensione completa e positiva di questo evento naturale di cui quasi tutti al mondo fanno esperienza. Se l’esperienza sessuale, che generalmente è molto breve, potesse essere prolungata per un certo periodo di tempo, allora avrebbe luogo l’esperienza dell’illuminazione. Quando l’energia si muove verso l’esterno è energia materiale e quando è diretta verso l’alto è spirituale. Quindi, quando l’unione tra uomo e donna viene praticata nel modo corretto ha un’influenza estremamente positiva sullo sviluppo della consapevolezza spirituale “

  Adesso, mio caro lettore, ti dico:

Ascolta la tua interiorità essere umano e sii sincero con te stesso: o rimani single o vivi un rapporto al 100%, perché nell’amore, quello vero, non esistono le mezze misure. Il discorso è valido anche per quanto riguarda l’amore nei confronti di te stesso.

“ Il piacere più grande non è il sesso, ma la passione con cui viene praticato. Chi è innamorato sta sempre facendo l’amore, anche quando non lo fa “

 Paulo Coelho

Iscriviti alla Newsletter e scarica i contenuti

GRATIS

che ho riservato per te!

Marcello Mondello

Lo scrittore motivante

Pagina ufficiale Facebook

Marcello Mondello

Instagram marcello_mondello

Youtube e Linkedin

Marcello Mondello

 

L’ultimo degli osim

L’avventura per scoprire chi sei e che cosa ci fai in questa dimensione

Il viaggio di Shatrevar

Il primo romanzo in Italia che va oltre la legge dell’attrazione

e ti spiega come puoi realizzarti al meglio nella tua vita

Storie di ordinario risveglio

12 voci in coro raccontano il risveglio e il miracolo della trasformazione nella vita