consapevolezza

Che cosa accade quando ci si risveglia interiormente?

Che cosa accade ( solitamente ) all’essere umano che riconoscere il suo Sè Interiore?

Hai mai notato che nel momento in cui avviene in noi il cosiddetto “ Risveglio Interiore ” o per chi ha deciso di dar vita ad un lavoro introspettivo i propri comportamenti e atteggiamenti nella realtà di tutti i giorni cominciano ad assumere altre forme?

Ci tengo a precisare che una persona risvegliata interiormente non implichi il fatto che sia superiore ai suoi simili, dato che tutti abbiamo lo stesso potenziale e la stessa divinità. Ogni Essenza, ogni individuo in questa dimensione ha il suo percorso esprimendo se stesso con la sua unicità e originalità ma spesso quelli che sono i suoi comportamenti adottati dopo essersi risvegliato interiormente, comprendendo il suo ruolo divino con tutte le potenzialità e le ricchezze che contiene,  possono essere molto simili al suo prossimo o di chi ha deciso di riprendersi la vita con consapevolezza.

 In questo articolo ho voluto stilare quelli che sono i sintomi e gli atteggiamenti più comuni che si verificano nell’essere umano quando diventa più consapevole e comincia a ricordarsi chi è, come sosteneva anche il grande filosofo Platone. Mi capita spesso di incontrare altri autori e relatori, confrondandosi reciprocamente e notando che molto spesso abbiamo tante cose in comune in merito a quelli che sono i cambiamenti interiori avvenuti nel tempo.

E tu, se stai ricordando e riconoscendo le tue ricchezze interiori per avere una visione molto più ampia della vita, ti riconosci in questi comportamenti che arricchiscono te e tutto il Creato?

In ogni caso, qualsiasi strada tu intraprenda è sempre quella giusta per te!

Quando si diventa consapevoli solitamente l’essere umano…

Non alimenta pregiudizi nei confronti del prossimo

Tende a rispettare ancora di più la natura, il genere umano e il mondo animale

Non si ciba di carne, latticini e derivati di origine animale

Non beve alcol e non assume droghe

Riesce a comprendere con lucidità la differenza che vi è tra la spiritualità e religiosità

Non prova più interesse per i programmi tv e dedica molto tempo alla lettura di un libro

Concepisce il sesso come un meraviglioso scambio di energia amorevole, senza tabù e limiti mentali

Ama stare all’aperto e pratica esercizi fisici

Diventa una spina dolorante per i governi, le istituzioni, le multinazionali e le religioni

Crede nell’Essenza Suprema che permea il tutto ciò che E’

Medita e ascolta frequenze benefiche per creare armonia

Realizza che i mass media e in particolare i TG manipolano la mente umana, capace di atrofizzare la ghiandola pineale

Non teme la morte, perché ha compreso che non esiste

Si cura con metodi naturali e facendo uso di erbe provenienti dalla natura

Sa di vivere in un mondo fatto di materia ma che pullula di energia amorevole

Pensa positivo, abbraccia l’ottimismo e ascolta la sua voce interiore per affrontare ogni situazione

Diventa cosciente e responsabile delle proprie azioni al 100%

Allena un fattore fondamentale che si chiama entusiasmo

Riesce a trasformare le emozioni da negative a positive

Esprime il desiderio e lascia fluire, fiducioso nei confronti dell’universo

Sorride alla vita e non prova individia nei confronti dei suoi simili

Non si vendica, anche nel caso in cui viene attaccato

Mostra gratitudine per ogni cosa

Viene etichettato dalla società come diverso, alieno o pazzo

Diventa allergico all’intelletto e ama le cose semplici della vita

E’ felice anche senza un motivo

Crea e si mette in gioco nonostante le sfide/opportunità

non divide ma condivide

In quanti di questi comportamenti ti sei riconosciuto/a? Forse anche tu fai parte di quella famiglia cosmica che sta elevando le energie in questa dimensione.

In ogni caso, ti auguro un buon viaggio che si chiama vita, augurandoti sempre il meglio! Esprimi il tuo essere!

Marcello Mondello

Lo scrittore motivante

Pagina Ufficiale Facebook

Marcello Mondello

Instagram

marcello_mondello

 

“Divine Heart”

 

Distribuito da

Lo puoi acquistare con uno sconto del

e con ben due OMAGGI che ho riservato per te!!!

su

Macrolibrarsi

su

Il Giardino dei libri

su

UNO Editori

 

Eventi in corso

 

Donna con il cuore in mano

Alcuni consigli per vivere in armonia

All’interno di questo articolo troverai alcuni consigli che possono contribuire a migliorarti in quel percorso che si chiama vita. Se riusciamo, come osservatori, a cambiare prospettiva nel quotidiano  con le nostre sane abitudini e gli atteggiamenti positivi possiamo generare dei veri e propri miracoli.

Eccoti una breve lista, consapevole che di suggerimenti ne esistono ben altri oltre a quelli elencati. Ti invito ad aggiungerli nel tuo diario personale o magari su un block notes, in modo tale che tu possa assimilarli e farli tuoi.

Primo consiglio

Non fare uso dei medicinali, tranne quelli validi per il pronto soccorso e quando ci si trova in pericolo di vita. Prendere una pillola per ogni cosa come febbre, mal di testa, prurito, acidità ecc… non è buona cosa. A lungo andare danneggia il tuo corpo e riempie le tasche delle multinazionali farmaceutiche. Curati con metodi naturali. La natura ci ha fornito di tutto e i costi sono irrisori.

 

Secondo consiglio

 Bevi molta acqua durante la giornata. Almeno due litri. Possibilmente utilizzando bottiglie di vetro e nelle belle giornate farle solarizzare usando quelle di color blu senza parti metalliche. Sostituisci con tappi di sughero o di gomma. I più fortunati possono riempirla direttamente dalla fonte qual è la sorgente, priva di ogni trattamento industriale.

Terzo consiglio

 Cerca di farne del pensiero positivo una continua abitudine. Se ti lamenti per ogni cosa non farai altro che attirare eventi negativi. Per via della legge dell’attrazione tu attiri anche quello che respingi con forza e quello che sei in questo in momento. Sii fiducioso nei confronti dell’universo e vai avanti aspettandoti sempre il meglio.

 

Quarto consiglio

 Spegni la tv e impiega il tuo tempo per fare altro. Magari leggendo un buon libro, oppure parlare con i familiari o gli amici, visto che di questi tempi sono sempre di più quelli che puntano lo sguardo sugli smartphone e i tablet per controllare gli ultimi messaggi e le nuove notifiche. Quando dialoghiamo abbiamo bisogno del contatto diretto, che è un qualcosa che la tecnologia non potrà mai sostituire.

Quinto consiglio

 Dedica un’ora della tua giornata per praticare un po’ di sport. Niente scuse! Anche se si è molto impegnati nel lavoro. Se proprio non puoi andare in palestra o correre per le strade ( quest’ultima tra l’altro è gratis ) fai una bella passeggiata. Il corpo necessita di movimento.

 

Sesto consiglio

 Evita come la peste di restare seduto comodamente in poltrona per ore sgranocchiando tante merende e snack particolarmente dannosi per la tua salute. Il cibo spazzatura non può sicuramente giovarti.

Settimo consiglio

 Se ritieni di non avere tempo per cucinare, probabilmente si tratta di un’altra scusa, preferendo cibi precotti comprati dagli scaffali del supermercato. Fatti un insalata con le verdure di stagione, preparati un po’ di frutta, la preparazione richiede 5-10 minuti. Mangia sano e naturale. Ti sentirai leggero ( anche nell’anima ) e sarai in forma.

 

Ottavo consiglio

Leggi finché puoi. Questa società, questo sistema ama mantenerti nell’ignoranza, ipnotizzandoti con il gossip, i reality show e i finti telegiornali. Se vuoi risvegliarti e capire veramente come gira il mondo, corri in libreria ed espandi la tua mente. Sono soldi spesi bene, garantito.

Nono consiglio

Dormi per le ore che ritieni essere necessarie. Ascolta il tuo corpo e se hai bisogno di 8 o 9 ore per farlo riposare e rigenerare… fallo! La tua salute e il tuo benessere prima di tutto.

 

Decimo consiglio

Cerca di vivere il più possibile stando all’aria aperta. Credi che restare sempre intanato in ufficio o in casa possa farti stare bene?

Undicesimo consiglio

Non cercare di assecondare i tuoi problemi. Affrontali, perché sono delle prove, delle esperienze per farti evolvere, in meglio. In essi si possono celare delle ottime soluzioni, opportunità che possono trasformare la tua vita. Mettiti in gioco con la tua creatività.

Divine Heart

Scopri il Potere del tuo Cuore Divino e i 7 punti chiave per trasformare la tua vita!

 

Distribuito da

Lo puoi acquistare con uno sconto del

e con ben due OMAGGI che ho riservato per te!!!

su

Macrolibrarsi

su

Il Giardino dei libri

su

UNO Editori

 

Dodicesimo consiglio

Fai l’amore, perché fa tanto bene. Accarezza, tocca, bacia e vivi grandi emozioni con il tuo partner. Ma attenzione, non deve essere una fuga da una realtà che non volete accettare. Deve trattarsi soltanto di un piacere, in tutti i sensi. Mettete da parte i vostri limiti. Portare tra l’altro i problemi a letto può  causare un incremento dello stress e calo della libido. Libera la mente!

Tredicesimo consiglio

Può sembrarti banale, ma prendi la vita con più leggerezza. Il tuo Dio ama vederti sorridere. In fondo siamo qui per fare sperimentare alla nostra essenza attraverso questo corpo meraviglioso delle esperienze uniche e irripetibili. Prendere la vita troppo sul serio offusca il tuo vero essere.

 

Quattordicesimo consiglio

Ogni cosa è energia. Persone, animali, alberi, oggetti. Tutto quello che ti circonda è energia. Sii sempre gentile, cordiale, rispettoso e sarai ricambiato con la stessa moneta. Esiste la legge dello specchio, dove tutto quello che esiste al di fuori di te rispecchia la tua interiorità. Attenzione quindi, le tue parole e le tue azioni possono pesare…

Quindicesimo consiglio

Se un tuo progetto non è andato a buon fine non ti scoraggiare. Rimettiti in piedi e continua a crederci, fino in fondo. Le persone di successo sanno che non esistono i fallimenti ma soltanto delle esperienze per raggiungere il vero traguardo!

 

Sedicesimo consiglio

Esistono tanti altri consigli in giro per il web ma questo ritengo che sia il più importante. Ama te stesso e ama la vita. Fidati. Vedrai. Una volta che accetti il tuo amore interiore infinito e ti convinci di essere perfetto, unico e originale, davanti a te si presenterà una nuova realtà che ti confermerà ciò che “SEI” in questo momento e non quello che “vuoi”. Se vuoi che le cose migliorino cambia prima te stesso, interiormente. Il processo non funziona al contrario: prima deve accadere all’esterno e dopo sarò felice! Provare per credere? No, devi prima crederci e poi accadrà veramente ciò che ti sei prefissato.

Un abbraccio infinito…

Iscriviti alla Newsletter e scarica i contenuti

GRATIS

che ho riservato per te!

Marcello Mondello

Lo scrittore motivante

Pagina ufficiale Facebook

Instagram

marcello_mondello

Linkedin

Youtube

Fonte:  www.marcellomondello.com

 

 

coppia felice

Gli atteggiamenti per capire se si sta possedendo o amando il partner

GLI ATTEGGIAMENTI PER CAPIRE SE SI STA POSSEDENDO O AMANDO IL PARTNER

Dopo aver dedicato un articolo su questo Blog riguardante “ l’amore di coppia ”, tra l’altro tra i più letti e condivisi, ho deciso anche di farne un altro dove andrò a descrivere brevemente i 10 atteggiamenti più comuni per comprendere se stai amando o possedendo il tuo partner, consapevole che ne esistono tanti altri.

Ti auguro una buona lettura e grazie per la tua condivisione!

Quali sono i 10 atteggiamenti per comprendere se stai amando o possedendo il tuo partner?

 

PRIMO ATTEGGIAMENTO

Se chiedi continuamente al tuo partner dove sta andando per ogni movimento che compie, probabilmente il tuo comportamento è eccessivo e si tratta di possesso.

 

SECONDO ATTEGGIAMENTO

Non puoi fidarti del tuo partner se prima non ti fidi di te stesso. Se ritieni che il tuo partner è particolarmente geloso, significa che quella gelosia è presente anche in te. Tutto ti fa da specchio. È una legge che può sembrare dura e difficile da ammettere ma con il raggiungimento di una certa consapevolezza interiore, ci si rende conto che è presente in ogni cosa. In genere la mancanza di fiducia esprime uno scarso valore che si ha su di sé e una bassa autostima.

 

TERZO ATTEGGIAMENTO

Un rapporto basato sulla gelosia estrema impedisce di esprimere la libertà interiore di entrambi. Un emozione velenosa valida a rovinare anche i rapporti più consolidati.

 

QUARTO ATTEGGIAMENTO

Se la tua tentazione è quella di controllare in maniera maniacale e con la sindrome dell’ossessione il cellulare del tuo partner, applicazioni di messaggistica come whatsapp o i messaggi nei vari social come Facebook, molto probabilmente si tratta di una forma di possesso. Parecchie coppie hanno vissuto forti contrasti per il solo fatto che whatsapp registra l’orario di accesso dell’utente. Il problema non è la tecnologia in sè ma l’uso che se ne fa e l’atteggiamento che si assume in queste occasioni.

 

QUINTO ATTEGGIAMENTO

La persona possessiva continua a vedere quello che vuole vedere. Se si trova in un centro commerciale ad esempio, non farà altro che brontolare sul fatto che il suo partner sta guardando altre donne/uomini in maniera insistente. Il possesso inoltre genera competizione.

 

SESTO ATTEGGIAMENTO

Creare e pianificare delle apposite “ trappole ” per verificare la fedeltà del proprio partner è anch’essa una forma di possesso. Nessuno può darti la sicurezza al di fuori di te. Vale anche qui la stessa regola. Se sei insicuro, manifesterai la tua insicurezza all’esterno e non potrà dartela il tuo partner.

 

SETTIMO ATTEGGIAMENTO

Praticare il sesso soltanto per gratificare il proprio partner e per abbassare la probabilità di un possibile tradimento è una forma di possesso. Il sesso non va praticato per “trattenere” ed evitare quello che più si teme. Questo atteggiamento non farà altro che allontanare la persona in questione. Fare l’amore è e deve restare un meraviglioso scambio di energia tra due corpi e due anime. Una fusione che riesce a toccare l’infinito.

 

OTTAVO ATTEGGIAMENTO

Può capitare che la persona possessiva metta in “gioco” e in “ballo” la vita e il futuro dei propri figli pur di vedersi il proprio partner in un cambiamento di rotta e ritornare sui propri passi. Da non confondere con la responsabilità, il buon senso e la maturità che dovrebbe avere ogni genitore nei confronti dei figli.

 

NONO ATTEGGIAMENTO

Proibire al proprio partner di uscire di tanto in tanto con gli amici per una semplice serata trascorsa tra il mangiare una pizza e una bella chiacchierata è una forma di possesso.

 

DECIMO ATTEGGIAMENTO

L’ultimo atteggiamento non riguarda una forma di possesso ma di vero amore. Non si può possedere nessuno al di fuori di noi, ne tantomeno le scelte di ognuno, compreso il nostro partner. Il “tu sei mio/a” è una frase che non è presente in quelle coppie dove non sposano il concetto del possesso. Se ami una persona non puoi costringerla ad amarti. Amare una persona significa non averne il possesso. Se ami una persona non puoi distruggere la sua libertà. Il vero amore è condivisione. Il vero amore è vivere e scambiare le emozioni con un’altra persona con serenità e gioia. Il vero amore permette al partner di non soffocare la propria identità, creatività e libertà. L’amore non si pretende ma si dona e si condivide soltanto.

 

“ Quando l’Amore fa sentire l’altro rispettato, non
umiliato, non distrutto ma sostenuto.. Quando
l’Amore ci fa sentire nutriti, liberi, allora scende a
profondità maggiori “

Osho

 

Iscriviti alla Newsletter e scarica i contenuti

GRATIS

che ho riservato per te!

Marcello Mondello

Lo scrittore motivante

Pagina ufficiale Facebook

Instagram

marcello_mondello

Linkedin

Youtube

Donna felice

In che cosa consiste la vera felicità?

In che cosa consiste la vera felicità?

In questo breve articolo la parola FELICITA’ verrà ripetuta all’infinito, fino alla nausea. Lo scopo è quello di farti capire che noi siamo qui, in questa dimensione, per essere felici…

Sono ancora numerosi gli esseri umani che basano la loro felicità su fattori esterni, come la corsa irrefrenabile all’ultimo acquisto materiale. Benvenuti nell’era del consumismo, che per fortuna sta cominciando il suo processo di decadimento, dove la nostra felicità viene  calcolata e misurata in base a ciò che possiamo comprare. Vi dice nulla l’acquisto dell’ultimo Iphone, computer o borsetta firmata per avere la sensazione di sentirsi appagati e di rimanere allineati con questa società che vuol dettar legge? La cosa incredibile consiste nel fatto che pur di credere in una felicità illusoria o ad una sorta di appagamento limitato l’essere umano moderno accetta anche il pagamento rateale di questi beni materiali pur di aver un pezzo di quella emozione che tanto andiamo cercando. Mi sono limitato ad un esempio rivolto al consumismo materiale ma il cercare la felicità si estende in tante realtà, continuando a generare energie negative per il nostro essere.

Non ci limitiamo a cercare la felicità negli acquisti materiali ma lo facciamo anche nei confronti di un partner, credendo che quest’ultimo ci possa dare quello che andiamo cercando da molto tempo. Potrei proseguire con tanti altri esempi ma credo che non sia necessario per farti comprendere che una vera felicità è ben lungi nell’arrivare in tutto quello che accade al di fuori di noi. In poche parole, se ti senti felice quando ottieni “qualcosa” ti gusterai una felicità a tratti.

Voglio rivolgerti, a te caro lettore o lettrice che stai leggendo,  la prima e fondamentale domanda in questione.

In che cosa consiste per te la vera felicità?

La felicità, secondo me, è uno stato mentale che si può riscoprire soltanto scavando nella propria interiorità. È lì che si può trovare. L’unico luogo dove è presente quella permanente e che riesce persino a sconfiggere le leggi dello spazio e del tempo. Il tuo Sé interiore è l’UNICA FONTE dove puoi attingere alla vera felicità, consapevole di essere amore infinito. Questo significa che tutto quello che si verifica al di fuori di te può soltanto aggiungersi alla tua felicità interiore costante. Ti invito quindi a riflettere e riconoscere questo stato di benessere dentro di te che ha l’incredibile potere di farti vedere una nuova realtà.

Come si può capire se viviamo nella felicità? Credo che esista un’unica soluzione per comprenderlo:

La vera felicità è quando ci si sente felici senza motivo

 Alimenta ogni giorno la felicità, mostrando gratitudine soprattutto per quello che hai e per tutto ciò che hai co-creato consapevolmente nella tua vita. Esprimila con chi ti è vicino senza che sia necessario sforzarti. Di fatto, avviene in maniera del tutto naturale e le persone percepiscono la tua energia e le tue emozioni prima delle parole. Comincia a comprendere che la vera felicità non può dartela nessuno se non la riconosci ad un livello interiore molto più profondo. Anch’essa è una tua scelta ed è la CHIAVE AUREA.

Adesso voglio darti con questo breve elenco un motivo in più per essere veramente felice, con la speranza di farti convincere che esistono infiniti motivi per esserlo. Guardati dentro, guardati intorno, accettati, apprezzati, amati e sii felice. Tu sei un essere meraviglioso, speciale, unico, originale. Che tu possa vivere all’infinito questo meraviglioso stato d’animo.

Non dimenticarlo, la felicità si trova anche nelle cose semplici della vita…

  • Sii felice perché sei vivo…
  • Sii felice perché sei unico…
  • Sii felice perché sei perfetto…
  • Sii felice perché sei permeato da un’energia amorevole…
  • Sii felice perché stai respirando…
  • Sii felice perché nonostante tutto hai ciò che hai…
  • Sii felice perché tutto quello che sperimenti prende il nome di evoluzione per il tuo essere…
  • Sii felice perché anche oggi hai la possibilità di sorridere…
  • Sii felice perché anche oggi puoi abbracciare un tuo caro o accarezzare il tuo animale domestico…
  • Sii felice perché non hai nessun motivo di temere la morte, essa non esiste…
  • Sii felice perché hai tutte le ricchezze dentro di te, non ti resta che riconoscerle
  • Sii felice perché puoi sognare
  • Sii felice perché hai la possibilità di mangiarti una pizza in compagnia dei tuoi amici o con i tuoi familiari…
  • Sii felice perché puoi amare…
  • Sii felice perché puoi divertirti se vuoi…
  • Sii felice perché Dio ama vederti felice…
  • Sii felice perché…perché dipende soltanto da te esserlo…

Sempre

A prescindere

All’infinito…

 “ I miracoli accadono ogni giorno, piccoli o grandi che siano. Il nostro grado di consapevolezza e felicità interiore ci permette di apprezzarli in misura maggiore rispetto a chi continua a lamentarsi della vita “    

Iscriviti alla Newsletter e scarica i contenuti

GRATIS

che ho riservato per te!

Marcello Mondello

Lo scrittore motivante

Pagina ufficiale Facebook

Marcello Mondello

Instagram

marcello_mondello

Linkedin e Youtube

Marcello Mondello

Per informazioni sui miei seminari clicca sul link sottostante

 

L'amore nella coppia

L’amore nella coppia

L’amore nella coppia

Nel corso degli anni, attraverso esperienze personali, letture e studi approfonditi, mi sono reso conto che i conflitti all’interno di una coppia nascono nel momento in cui andiamo ad assecondare con indifferenza i veri fattori basilari che incidono fortemente sulla serenità che andrebbe vissuta all’interno di un rapporto. Tutte le emozioni represse, le tensioni, le frustrazioni e le incomprensioni, con il tempo, possono causare la fine di una storia. Il più delle volte l’evento accade in maniera dolorosa, lasciando tracce, ferite e ricordi che si ripetono nel futuro, accumulando un bagaglio colmo di energia negativa non indifferente. Nel quotidiano mi ritrovo a dialogare con amici e conoscenti mettendo in risalto il fatto, come una sorta di epidemia, che dietro un sorriso o una battuta si cela spesso una tristezza interiore dovuta al rapporto che si sta vivendo con il proprio partner. Ha un senso continuare a fingere che tutto vada nel migliore dei modi? Alla fine, chi viene penalizzata è sempre la persona che vive perennemente con questi conflitti, rischiando di non uscire da un tunnel che offusca la mente e l’essenza.  Perché continuare a danneggiarsi con le stesse mani quando le soluzioni sono dentro di noi?

Basta guardarsi intorno per rendersi conto che 70 rapporti di coppia su 100 terminano, e non con un lieto fine. Quali sono i fattori che determinano la rottura di un rapporto? In questa sede ne vado ad elencare alcuni. Il primo potrebbe essere che l’uomo o la donna che sia è convinto di dare il vero amore. Ma se andiamo a scavare in profondità ci si rende conto che spesso e volentieri si tratta di una forma di possesso o di bisogno. Ed ecco il primo fattore che può danneggiare seriamente un rapporto:

Il possesso!

Amare senza possesso è il vero amare. Ma quanti ne sono veramente capaci? Pochi, purtroppo. Ho avuto e perso diverse persone per l’incapacità di realizzare che l’amore è soltanto amore, punto. Senza obblighi, senza pretese se non il rispetto della sensibilità che a ciascuno spetta. Da dove si può dedurre che non si tratta di vero amore ma di semplice possesso? Dagli atteggiamenti e comportamenti che andiamo ad assumere giornalmente, come ad esempio nell’andare a controllare il profilo di facebook del partner, oppure spiare il suo cellulare o ancora vedere l’orario dell’ultimo accesso su whatsapp. Molti associano il fatto che la tecnologia dei giorni nostri sia la vera causa di tutti i mali. È mia netta convinzione che il problema non è il mezzo o la tecnologia in sé piuttosto il comportamento della persona in questione che così facendo dimostra un insicurezza interiore e una gelosia ipertrofica utile a strozzare un rapporto.

  Ben detto! La gelosia.

  Ecco il secondo fattore utile a far scatenare il putiferio. Possesso e gelosia manifestati in maniera eccessiva diventano per eccellenza i veleni utili a rovinare la storia d’amore. Una gelosia senza freni è segno che la persona inconsapevole in questione probabilmente non ama vivere in libertà impedendo di conseguenza al partner di vivere con la sua di libertà. Crea dei limiti e impedisce la vera natura dell’essere umano; esprimere la libertà del proprio essere. Solitamente chi assume questo comportamento ossessivo non vuol riconoscere l’insicurezza interiore e la bassa autostima che ha su di sé. Non solo e ancora peggio, la persona gelosa e possessiva ha la netta convinzione che il problema si trova al di fuori della sua interiorità. Il tarlo della gelosia: assurdo e inutile sentimento che logora per primo chi la prova, andando ad influenzare il comportamento del partner. Una gelosia non riconosciuta può causare una totale distorsione della realtà, con conseguenze gravi e violenze inutili. In teoria  il vivi e lascia vivere è un concetto meraviglioso ma per molti nella pratica e nella vita di tutti i giorni è un qualcosa a dir poco utopistico da applicare.

“Divine Heart”

Scopri il Potere del tuo Cuore Divino e i 7 punti chiave per trasformare la tua vita!

 

Distribuito da

Lo puoi acquistare con uno sconto del

e con ben due OMAGGI che ho riservato per te!!!

su

Macrolibrarsi

su

Il Giardino dei libri

su

UNO Editori

 

Anche il fattore bisogno è molto importante e da tenere in considerazione! In quanti vogliono innamorarsi soltanto per colmare dei vuoti e delle lacune interiori? Non ho fatto mai una statistica in merito ma temo che il numero sia abbastanza elevato. Ogni volta che provate un amore per qualcuno, ascoltate la vostra voce interiore e rispondete sinceramente a questa domanda:

Si tratta di pura necessità

la mia voglia di avere una persona accanto?

Un altro fattore per cui la maggior parte delle coppie si dividono è la convinzione di raggiungere la propria felicità attraverso una persona. Non è una convinzione costruttiva pensare che soltanto attraverso un partner si può raggiungere una serenità interiore. Per completarsi, per affrontare le proprie lacune, vuoti e blocchi interiori emozionali è necessario lavorare su se stessi e rendersi conto che per essere completi non è necessario cercare al di fuori del Sé interiore. Ripeto questo concetto che ritengo particolarmente importante: Se pensiamo di raggiungere una completezza soltanto attraverso un partner ogni volta che una storia giungerà al capolinea ci faremo del male, soffrendo e illudendoci ancora. Così facendo si continua a cercare un partner senza sentirsi mai appagati. Per questo è molto importante sentirsi completi. Noi conteniamo il tutto, disponiamo di tutte le risorse e le ricchezze per poter apportare dei veri cambiamenti. Tutto inizia da noi, dalla nostra interiorità. Con il tuo partner puoi soltanto condividere l’amore e non cercarlo attraverso di lui/lei.

Un altro fattore-errore valido a creare conflitti nella coppia potrebbe consistere nel puntare continuamente il dito contro su chi ci sta di fronte. È un comportamento che penalizza entrambi, creando ancor più incomprensioni. Accusarsi a vicenda è soltanto un comportamento distruttivo. Molti sono ancora pronti ad accusare e ancora pochi a puntarsi il dito contro e lavorare su se stessi, per migliorarsi e automaticamente migliorare chi ci sta intorno. La legge universale dello specchio è infallibile e onnipresente anche in questo caso. Tutto quello che è al di fuori di noi rispecchia ciò che siamo noi dentro in quel momento. In verità, la persona che si ha di fronte è un ottima occasione per migliorarci, anche un’opportunità per un cambiamento radicale. La prossima volta, davanti al primo accenno di lite, focalizzatevi sui vostri atteggiamenti e sulle vostre lacune. Infierire il prossimo non è curativo. Non ti aspettare il rispetto e l’amore se prima non lo riconosci in te! Se la vostra storia è finita o sta per terminare è probabile che sia dovuta al fatto che non viaggiate-vibrate più con la stessa energia-frequenza e la vostra essenza vorrà sperimentare una nuova avventura. Non ha senso vivere un rapporto se viene a mancare una simbiosi, non per ultimo l’affinità sessuale, che riempie in gran parte la sfera dell’amore in coppia. Un fattore decisamente fondamentale per costruire una buona base.

Infine, l’ultimo pensiero che ho in merito e con la consapevolezza che esistono altri fattori determinanti. Quanti di noi sono realmente pronti ad assumersi la responsabilità di vivere un rapporto? Quanto è il nostro impegno e la nostra volontà per far sì che il rapporto duri nel tempo? La scelta è soltanto nostra.

  Quindi…

” Se ami una persona non puoi costringerla ad amarti. Amare una persona significa non averne il possesso. Se ami una persona non puoi distruggere la sua libertà. Il vero amore è condivisione, scambiando le proprie emozioni. Il vero amore permette al partner di non soffocare la propria identità, creatività e libertà. L’amore tra due persone deve essere uno scambio amorevole di energia. L’amore non si pretende ma si dona e si condivide soltanto. La prossima volta che guardi il tuo partner negli occhi chiediti se è vero amore o si tratta di altro “.

Marcello Mondello

Iscriviti alla Newsletter e scarica i contenuti

GRATIS

che ho riservato per te!

Marcello Mondello

Lo scrittore motivante

Pagina ufficiale Facebook

Marcello Mondello

Instagram

marcello_mondello

Linkedin e Youtube

marcello mondello

L’ultimo degli osim

L’avventura per scoprire chi sei e che cosa ci fai in questa dimensione

Il viaggio di Shatrevar

Il primo romanzo in Italia che va oltre la legge dell’attrazione

e ti spiega come puoi realizzarti al meglio nella tua vita

DIVINE HEART

La strategia naturale del cuore

Seminario esperienziale

Scopri i 7 punti chiave del benessere per realizzarti

e trasformarti interiormente